Cos’è il cioccolato crudo

Quando si parla di cioccolato crudo, o raw chocolate, si intende un tipo di cioccolato ottenuto da fave non tostate. Se la produzione classica prevede infatti fasi di fermentazione, essiccazione, decorticazione e torrefazione dei semi di cacao, quest’ultimo stadio non è invece previsto nella produzione del cosiddetto cacao crudo.

La tostatura della materia prima serve ad esaltare gli aromi del cacao tuttavia è anche un processo che porta con sé alcuni svantaggi: quando i semi vengono infatti riscaldati a temperature elevate, alcuni nutrienti in essi presenti vengono eliminati.

Il cacao crudo invece, essendo lavorato a basse temperature, conserva intatte tutte le proprietà organolettiche originarie delle fave e non viene impoverito né dal punto di vista nutrizionale né da quello del gusto.

Caratteristiche e qualità nutrizionali

Il vero cioccolato crudo si riconosce in genere con un solo colpo d’occhio in quanto la sua polvere è più chiara e rossiccia rispetto al cacao tradizionale. Sotto forma di tavoletta ha invece un aspetto bruno scuro per via della presenza di alcuni ingredienti - come ad esempio la vaniglia – che ne alterano il colore.

Questo dolce particolare non va inoltre confuso con il cioccolato di Modica: anche quest’ultimo viene infatti prodotto a basse temperature ma viene comunque sottoposto alla fase di tostatura.

Il cioccolato crudo è una fonte eccellente di sostanze antiossidanti e ne contiene in quantità addirittura maggiori rispetto al cioccolato tradizionale. Racchiude anche percentuali elevate di minerali, enzimi e aminoacidi tra cui magnesio, vitamina C, arginina, serotonina e feniletilamina.

Proprietà, benefici e dove comprarlo

Il cioccolato crudo è un alleato prezioso dei muscoli, del sistema cardiocircolatorio e del sistema nervoso. Grazie alla presenza del magnesio aiuta infatti a distendere le tensioni muscolari, previene i crampi e abbassa la pressione sanguigna.

Un consumo moderato di questo alimento aiuta a ridurre i livelli di colesterolo “cattivo” nel sangue così come anche il rischio di malattie quali ictus e infarto. Contribuisce a rallentare i processi di invecchiamento cellulare dovuti all’azione dei radicali liberi e favorisce il buonumore.

Alcune sostanze contenute nel cioccolato crudo, come ad esempio il triptofano e l’anandamide, promuovono uno stato di calma e di rilassamento psicofisico e si rivelano quindi utili per combattere alcune condizioni come ansia e depressione.

Il cioccolato crudo è spesso indicato anche come cioccolato vegano. La ricetta di questo prodotto prevede infatti l’uso esclusivo di ingredienti vegetali e dunque la totale assenza di lattosio, lecitina e di derivati animali.

Nonostante non venga sottoposto a fonti elevate di calore, questo cioccolato risulta comunque sicuro per la salute di chi lo utilizza: l’eventuale presenza di batteri viene eliminata infatti in modo naturale durante alcune fasi di lavorazione del prodotto.

Il cioccolato crudo, normale o biologico, si trova in vendita online e in alcuni supermercati.

Scritto da Tania