Origini e proprietà nutrizionali

La chufa - conosciuta anche con i nomi di zigolo dolce, cipero e babbagigi – è un tubero dolce ottenuto dalla pianta Cyperus esculentus. Questo bulbo, diffuso allo stato selvatico nelle regioni a clima umido e temperato, viene coltivato soprattutto in Spagna e indirizzato alla produzione di farine, bevande e prodotti dolciari.

Il sapore di questo tubero rievoca il gusto delle nocciole, delle mandorle e del miele tanto che esso è talvolta indicato anche col nome di mandorla di terra. Benché si tratti di un vegetale a noi poco noto, la sua produzione è in realtà molto remota e risalente al tempo degli antichi egizi.

Sotto il profilo nutrizionale la chufa risulta essere un alimento assai interessante. È infatti del tutto priva di glutine e colesterolo e contiene minerali e acidi grassi importantissimi per l’organismo. Oltre ad essere fonte di carboidrati, fibre e proteine essa è composta infatti da preziose sostanze quali potassio, fosforo, magnesio, calcio e ferro. Contiene inoltre vitamina E, vitamina C, enzimi e aminoacidi.

La chufa è inoltre povera di grassi saturi e di sodio. È un alimento sano, energetico, gustoso e adatto davvero a qualsiasi persona. Può essere gustata fresca, essiccata oppure cotta ed essere utilizzata in cucina in tantissimi modi diversi. È adatta infine a vegani, vegetariani e anche a chi soffre di intolleranze alimentari.

I benefici della chufa per l’organismo

La chufa contiene una buona quota di acido oleico, un acido grasso monoinsaturo che aiuta a ridurre il colesterolo “cattivo” e a regolare la pressione sanguigna. Questo alimento svolge inoltre un’azione protettiva nei confronti della mucosa intestinale, stimola i processi di assorbimento dei minerali e contrasta l’azione dei radicali liberi.

Chi ha utilizzato questo tubero ha messo in evidenza soprattutto le sue proprietà diuretiche e digestive. Esso aiuta infatti a contrastare i gonfiori addominali e ad attenuare il meteorismo e la stitichezza. La chufa è inoltre un cibo saziante e rimineralizzante ed è per questo motivo apprezzata anche dagli sportivi e da chi segue diete dimagranti.

Ma in che modo possiamo beneficare di tutte queste meravigliose proprietà? La chufa non è in effetti semplice da trovare nei mercati ortofrutticoli italiani tuttavia può essere acquistata come prodotto lavorato. Si trova in vendita online e nei negozi di prodotti biologici.

La chufa e i suoi prodotti derivati

La chufa essiccata viene utilizzata per la lavorazione di una particolare farina dalle eccellenti proprietà. Essendo fonte di fibre e proteine è indicata infatti per chi desidera regolarizzare la propria digestione ma anche per chi segue uno stile di vita vegano.

La farina di chufa può essere utilizzata anche da celiaci e diabetici e si presta per la creazione di buonissimi prodotti da forno sia dolci che salati. Questa farina viene assaporata spesso anche all’interno di yogurt, frullati e succhi di frutta.

Un altro prodotto ricavato dalla lavorazione di questo tubero è l’orzata di chufa, un’energetica e rinfrescante bevanda vegetale dal sapore dolce e aromatico che, essendo priva di lattosio ma ricca di proteine, può essere gustata come valida alternativa al latte vaccino.

Il gradevole sapore di nocciola che la caratterizza rende la chufa un ingrediente molto indicato anche per la preparazione di deliziose e golosissime creme spalmabili. Queste creme vegetali possono essere gustate sul pane oppure essere usate come appetitosa e genuina farcitura per dolci.