Cos'è la Cera d'Api?

La Cera d'Api è una cera naturale prodotta dalle api mellifere.

La cera è prodotta dalle scaglie di otto ghiandole poste nei segmenti addominali delle api operaie.

Chimicamente consiste principalmente in esteri di acidi grassi e vari alcoli a catena lunga.

Le api secernono la cera ad una temperatura di circa 33-36 °C e la utilizzano per costruire le celle dell’alveare dove vengono cresciute le larve e depositati miele e polline.

Si stima che le api per raccogliere 1 kg di miele debbano volare per circa 530.000 km.

La cera appena secreta dalle ghiandole è bianca, successivamente per la presenza dei pigmenti contenuti nel polline e nel propoli assume una colorazione gialla rossastra.

Piccole quantità di cera d'api hanno applicazioni in ambito alimentare, è commestibile e non presenta alcun tipo di tossicità.

Composizione

Essendo un prodotto 100% naturale la sua composizione può variare in base a diversi fattori.

E’ costituita da (circa):

  • 70% di esteri di acidi cerosi.
  • 12-16% di idrocarburi.
  • 14% di acidi grassi liberi e derivati.
  • 1-5% di propoli, pigmenti ed altre sostanze.
  • 1-2% di alcoli liberi.

La cera è un prodotto appartenente alla categoria dei lipidi, non è solubile in acqua tuttavia è in parte solubile in alcool.

Proprietà, benefici ed utilizzi della Cera d'Api

La c’era d’api è adatta alla produzione di candele, prodotti cosmetici e specialità farmacologiche, oltre ad essere utilizzata per prodotti lucidanti per mobili.

In ambito cosmetico è usata per le sue proprietà idrorepellenti e protettive sulla pelle: i prodotti con cera d’api infatti creano una sorta di pellicola protettiva che impedisce l’eccessiva perdita di acqua nella cute.

E’ inoltre largamente utilizzata per gli stick da labbra, emulsioni e unguenti.

Infine la si può adoperare per rivestire i formaggi o come additivo alimentare per le sue capacità lucidanti.

Scritto da Lo staff di Sorgente Natura