Nella prima parte di questo articolo abbiamo parlato dei colori e dell’arredamento feng shui del salotto e della camera da letto. Vedremo invece ora come disporre nel modo migliore la cucina ed il bagno.

Cucina

Secondo il pensiero feng shui la cucina è l’ambiente più importante di tutta la casa. Arredare correttamente questa stanza significa promuovere il fluire di vibrazioni ed energie che condizioneranno poi a loro volta la qualità degli alimenti. I consigli più utili da seguire sono quelli che riguardano i colori delle pareti e la disposizione degli oggetti all’interno della stanza.

La posizione ottimale dove disporre la cucina è vicino alla sala da pranzo. La parola chiave per poter organizzare al meglio questi due spazi è infatti “comodità”. Per ovvie ragione di praticità, la zona dove si mangia e quella in cui si cucina dovrebbero essere attigue. Se il soggiorno e la cucina sono invece fusi insieme, è meglio separare parzialmente i due locali ricorrendo anche semplicemente ad una pianta, ad un mobile o ad un separé.

La cucina dovrebbe essere ampia, ben illuminata e con colorazioni chiare. Trattandosi infatti di un ambiente di lavoro, il suo aspetto dovrebbe essere il più possibile pulito ed ordinato. I colori più adatti per la cucina sono il bianco e il giallo. Si possono scegliere anche tinte più forti, come ad esempio il verde e il rosso, purché vengano associate a tonalità più neutre e vengano usate soltanto su alcune parete.

 

Cucina in stile Feng Shui

 

Anche in cucina, come già si è visto per la camera da letto, andrebbero escluse le immagini e/o i quadri che comunicano sensazioni di stress e malinconia. Qualsiasi decorazione presente in casa influisce infatti sullo stato d’animo di chi vi abita ed è per questo fondamentale evitare tutto ciò che non ispiri armonia, pace ed equilibrio.

Il ripiano della cucina, per poter essere usato comodamente, dovrebbe essere piuttosto sgombro da oggetti e da elettrodomestici; la sua altezza dovrebbe essere inoltre tale da consentire alla colonna vertebrale di stare ben dritta. La libertà, la sicurezza ed il comfort sono infatti le tre sensazione che ogni cucina feng shui dovrebbe infondere in chi la utilizza.

Un altro aspetto importante è l’ubicazione del piano cottura: i fornelli dovrebbero essere posizionati in modo tale che chi li utilizza possa facilmente indirizzare lo sguardo sull’intera stanza. Se i fuochi si trovano già davanti a una porta, bisognerebbe collocare uno specchio sulla parete: chi si troverà così davanti ai fornelli potrà vedere in ogni istante chi entra in cucina.

Per prevenire l’insorgere di problemi legati al denaro, il feng shui consiglia inoltre di tenere i fornelli distanti dal lavandino, dal frigorifero e dalla lavastoviglie. Per separare i due elementi (fuoco e acqua) si può appendere un addobbo o anche un utensile di cucina (preferibilmente in legno) sulla parete che li divide.  

Bagno

Stando a ciò che afferma la corrente feng shui, la posizione del bagno potrebbe influire enormemente sulla condizione economica di chi abita nella casa. Innanzitutto il bagno non dovrebbe trovarsi mai vicino all’ingresso poiché ciò determinerebbe una grande dispersione di energia. L’acqua che attraversa infatti le tubature porterebbe via non soltanto le negatività fossilizzate nella casa ma anche le vibrazioni positive portate dall’esterno.

Dal momento che nel bagno è fortemente presente l’elemento acqua, esso è una zona molto vitale della casa e dovrebbe essere perciò distante dalla camera da letto. Un oggetto fondamentale in questa stanza è senza dubbio lo specchio. In un bagno in stile feng shui lo specchio dovrebbe poter riflettere un corpo fino all’altezza del busto ed allargarsi ai lati di circa 30 cm.

 

Bagno in stile Feng Shui

 

Una finalità dello specchio è anche quella di attirare e trattenere l'energia all’interno della stanza. Esso è utile specialmente in un bagno cieco poiché incrementa l’illuminazione, dilata gli spazi e sopperisce alla mancanza di una notevole sorgente energetica (ovvero la finestra). Se si possiede un bagno cieco potrebbe essere molto utile rallegrarlo con qualche pianta o qualche fiore: le piante servono infatti anche a ravvivare le zone poco energetiche della casa.

La luce del bagno dovrebbe essere bianca, uniforme, calda e non abbagliante. Le lampadine andrebbero collocate preferibilmente su entrambi i margini dello specchio così da non creare zone d’ombra. I colori delle pareti e dei sanitari possono essere indifferentemente neutri, caldi o freddi. Tuttavia, se il bagno è posizionato in direzione sud-ovest oppure nord-ovest sarebbe meglio optare per il verde o per il rosso. Il feng shui ritiene infine che i colori “attira soldi" siano soprattutto il nero ed il blu.  

Scritto da Lo staff di Sorgente Natura