Cos’è un biotensor

Il biotensor è un curioso strumento in legno o in metallo utilizzato per la pratica della radiestesia e della rabdomanzia. La sua conformazione allungata ricorda in parte quella di un pendolo. A differenza del pendolo tradizionale è però costituito da un’impugnatura e da un’asta rigida che termina infine con una punta a forma sferica o spiraliforme. L’estremità può essere costituita anche da un cristallo volto ad amplificare la funzionalità di questo oggetto.

L’uso del biotensor, inventato nel secolo scorso dal radiestesista tedesco Josef Oberbach, è conosciuto e impiegato soprattutto dagli amanti delle pratiche esoteriche.

A cosa serve

Il biotensor funziona in parte come un normale pendolo ma rispetto a quest’ultimo è dotato di capacità ulteriori. Le sue funzioni sono molteplici: esso è ritenuto in grado di individuare la presenza di metalli nel terreno ma anche di sostanze di altro genere all’interno del corpo; è utilizzato anche per rilevare energie sottili, per valutare lo stato energetico delle pietre e per ricevere responsi di natura oracolare.

Il biotensor è impiegato anche per esaminare e preparare rimedi omeopatici oltre che per registrare e analizzare la vitalità energetica dei chakra. Il suo uso può essere quindi rivolto indistintamente allo studio degli oggetti, del cibo e a quello del corpo. Interpretando le oscillazioni di questo oggetto come riscontri affermativi o negativi si possono ricevere da esso specifiche risposte alle domande formulate.

La radiestesia infatti, che è il settore che maggiormente utilizza questo strumento, consiste in una serie di tecniche volte a captare le vibrazioni e le energie di persone e di oggetti e aventi come scopo ultimo la divinazione e la predizione del futuro. Il biotensor è concepito quindi come una sorta di antenna finalizzata a recepire le radiazioni e le frequenze energetiche fluttuanti nel mondo.

Come si usa e dove si trova

L’utilizzo del biotensor è molto semplice. Basta infatti impugnarlo con la mano destra, preferibilmente con tutti i polpastrelli a contatto con il manico, e indirizzarlo verso la fonte che si desidera analizzare. Può essere tenuto sia in direzione parallela che perpendicolare rispetto al terreno e deve essere utilizzato preferibilmente senza alcuna persona nelle vicinanze.

Se lo si impiega per ricevere risposte basterà collocarlo al di sopra del terzo chakra (collocato qualche centimetro sopra all’ombelico) e, una volta posta verbalmente o mentalmente la domanda, attendere l’oscillazione orizzontale come assenso o verticale come diniego.

Il biotensor si trova in vendita online e nei negozi di articoli esoterici. Il prezzo di questo articolo può variare in modo consistente a seconda dei materiali di cui è composto.