Il Baobab: da albero ad icona

Baobab (Adansonia), è un genere di piante appartenente alla famiglia delle Bombacaceae (o Malvaceae). Il genere comprende 8 specie: sette diffuse in Africa e una in Australia. Raggiunge i 10-12 metri di altezza con diametro del tronco che si aggira intorno agli 8-10 metri. Ha foglie palmato-digitate e fiori bianchi, imbutiformi, con diametro di 15-20 cm. Il frutto ha una polpa farinosa ed acidula. È un albero longevo, tanto che gli esemplari più grandi raggiungono i 400 anni di età.

Si crede che la parola Baobab derivi dalla francesizzazione dell'arabo būħibāb, ovvero “Padre dai molteplici semi”. In Madagascar ci si riferisce a questa pianta col nome di ranala, vale a dire “Madre della foresta”, mentre in Africa Continentale col nome di “Albero magico”.

A questo albero sono legate due leggende che spiegano del perchè il baobab sia con le radici verso il cielo. Un mito africano narra che quando Dio creò la terra, assegnò ad ogni animale una pianta . Il Baobab venne assegnato alla iena che, disgustata da quello che riteneva un albero senza utilità, lo gettò via. Questo atterrò, capovolto, con le radici verso il cielo.

Nell'altra storia, si narra che il Baobab fu uno dei primi alberi creati da Dio. L'albero iniziò ad invidiare le piante che vennero create dopo di lui e pregava il Creatore di donargli l'aspetto slanciato della palma ed i fiori della Flamboyant; il creatore l'accontentò. Ma quando il Baobab si mise a piangere perchè desiderava i frutti del fico, il creatore s'infuriò, sradicò il Baobab da terra e lo ripiantò con le radici per aria.

Re di una vegetazione povera ed arida, questo albero bizzarro è l'unico tra i suoi simili a sopportare torridi caldi estivi e prolungate siccità. E' in grado di sopperire alla mancanza di acqua semplicemente facendone scorta durante le precipitazioni piovose, arrivando ad immagazzinarne più di centomila litri. Il Baobab è in grado di arrestare la propria attività vitale durante la stagione secca e possiede una corteccia ignifuga in grado di resistere agli incendi. Anche se le fiamme bruciano la parte interna del tronco è in grade di continuare a vivere perchè i tessuti si rigenerano dalla corteccia superstite.

Il Baobab è un albero straordinario che è fonte di cibo e costituisce un simbolo importante, tanto da esser rappresentato su banconote e quadri. Dal suo tronco lavorato è possibile ricavare diversi oggetti.

Proprietà e Benefici

In Africa, il frutto di baobab viene utilizzato in medicina da secoli per curare, febbre, problemi gastrointestinali e malaria ma anche come ricostituente per l'abbondanza di vitamina C. I maggiori benefici del baobab derivano dalla polpa del frutto, che contiene alti livelli di vitamina C.

Una porzione di 100 grammi di polpa contiene fino a 500 milligrammi di vitamina C, ovvero 10 volte la quantità di vitamina C presente in una porzione equivalente di arance. Per questo motivo il frutto di baobab è considerato una delle migliori fonti alimentari di vitamina C del mondo, al pari di alimenti come camu camu, acerola, e bacche di rosa canina.

Gli alimenti ricchi di vitamina C costituiscono l'elemento principale per la preparazione di prodotti anti-aging. La vitamina C, assunta attraverso gli alimenti o integratori alimentari, aiuta il nostro corpo a formare due proteine strutturali, collagene ed elastina, che conferiscono sostegno ed elasticità alla pelle. Oltre ad essere una fonte naturale di vitamina C, il frutto di baobab ha dimostrato di possedere spiccate proprietà antiossidanti, che possono ulteriormente aumentare i benefici per la pelle.

Come è noto, gli antiossidanti hanno la capacità di neutralizzare i radicali liberi (ROS), atomi e molecole instabili che possono causare danni a livello cellulare, aumentando il rischio di malattie degenerative e di altri segni di invecchiamento, comprese le rughe. Ecco una panoramica della capacità antiossidante delle polpe di alcuni frutti comuni, espressa sulla base della Determinazione della capacità antiossidante integrale (IAC):

Capacità antiossidante dei frutti su base IAC( Determinazione della Capacità Antiossidante integrale)
Baobab 11.11
Kiwi 0.34
Arance 0.10
Fragole 0.91
Mele 0.16

L'aggiunta di vitamina C nella nostra dieta, come la polvere del frutto di baobab , potrebbe migliorare anche la capacità di bruciare i grassi durante un allenamento. E' stato dimostrato che le persone con carenza di vitamina C bruciano meno calorie rispetto a chi ne possiede concentrazioni maggiori. Inoltre il frutto di baobab può aiutare le persone in sovrappeso a perdere peso grazie all'efficacia dell'estratto di ridurre l'appetenza, oltre ad essere importantissimo per il controllo dell'indice glicemico.

Gli alimenti che forniscono al nostro organismo tanta vitamina C, possono aiutarci a mantenere cuore e sistema cardiovascolare in salute. Vene varicose e insufficienza venosa sono esempi di problemi cardiovascolari che possono essere alleviati con l'aggiunta di alimenti ricchi di vitamina C, come la polvere del frutto di baobab, che aiuta a mantenere le vene forti e toniche.

Il fegato svolge uno dei ruoli principali all'interno del nostro organismo come demolire e catturare sostanze tossiche, tra cui i rifiuti metabolici, per questo è importante che sia sano ed efficiente. Un'alta esposizione a sostanze tossiche come il fumo di sigaretta, i prodotti chimici, l'alcool e molte altre sostanze possono causare danni al fegato e limitare le sue capacità disintossicanti. In uno studio, i ricercatori hanno testato l'attività epatoprotettiva dell'estratto di baobab che sembra esercitare effetti protettivi contro i danni al fegato. Le potenziali proprietà epatoprotettive del frutto di baobab possono essere collegati alla presenza di triterpenoidi, beta-sitosterolo, beta amirin palmitato ed acido ursolico.

Valori nutrizionali

Valori nutrizionali per 100 g di polpa fresca di Baobab
Calcio 295 mg
Rame 1.6 mg
Ferro 9.3 mg
Magnesio 90 mg
Potassio 1240 mg
Sodio 27.9 mg
Zinco 1.8 mg

 

Olio di Baobab ed uso esterno

Dai semi dell' albero si ricava un olio molto viscoso, dall' aroma terroso e dal gusto delicato simile a quello della nocciola. È uno dei pochi oli che viene aggiunto allo stato grezzo in prodotti cosmetici ed è tra i più importanti dell'Africa. L'olio, così come nella maggior parte dei casi, si ottiene dalla spremitura a freddo dei semi. La spremitura a freddo, in termini di conservazione di sostanze nutritive e prevenzione da agenti contaminanti, è la tecnica migliore.

Proprietà curative e terapeutiche dell'olio di baobab

Emolliente- Si tratta di un ottimo idratante per la pelle

Protettivo- Protegge la pelle dalle temperature estreme sia basse che alte

Anti-aging- Promuove il ringiovanimento cellulare e rallenta l'invecchiamento

Cicatrizzante

Antiossidante- Protegge dall'attacco dei radicali liberi

Antiffiammatorio

 

Proprietà cosmetiche

L' olio di Baobab è molto utilizzato in dermocosmesi. Si può usare come:

  • Olio da massaggio. Massaggiando la pelle con questo olio si ottiene una pelle liscia come la seta. E' ottimo infatti per la pelle secca e danneggiata
  • Rimedio per le smagliature. L'applicazione periodica sulle zone colpite riduce la presenza e previene la comparsa delle smagliature
  • Protezione per le labbra. L'olio è ideale per le labbra screpolate, basta una piccola quantità per idratare e far scomparire la fastidiosa sensazione di secchezza 
  • Balsamo. L'applicazione di olio di baobab sui i capelli li protegge dai danni del sole e dai radicali liberi, e li rende morbidi e setosi
  • Trattamento di piedi e mani. Immergendo mani e piedi nell'olio di baobab si rendono morbidi e facili da curare
  • Antinfiammatorio. L'olio di Baobab è tradizionalmente usato per curare gengive gonfie ed infiammate, basta applicare una piccola quantità di olio sulla parte da trattare e massaggiare.

Scritto da Vittorio