Informazioni botaniche

Le bacche di Goji sono frutti prodotti da due varierà differenti di arbusti caducifoglio appartenenti alla famiglia delle Solanaceae (che include piante come la melanzana, il tabacco, il peperoncino, la petunia, la patata, il pomodoro e molte altre) ovvero il Lycium barbarum ed il Lycium chinense. Le due specie sono entrambe originarie del Tibet e delle regioni temperate della Cina, tra le quali il Ningxia (le cui bacche sono considerate tra le migliori a causa della particolare ricchezza di sali minerali che valorizzano i suoi terreni), lo Shanxi, il Sichuan, il Xinjiang, la Mongolia interna , il Qinghai, il Gansu e lo Hebei.

La pianta del Lycium barbarum è tra le due quella a cui si fa riferimento quando si parla di bacche di Goji proprio perché presenta caratteristiche diverse rispetto all’altra varietà. Oltre ad essere coltivata nella regione autonoma cinese dello Ningxia è anche costituita da foglie lunghe e strette ed i frutti che essa produce raggiungono una dimensione maggiore risultando più dolci rispetto a quelli del Lycium chinense che, viceversa, è caratterizzato da foglie più corte e larghe ed è coltivato nelle zone meridionali della Cina. Infine le bacche si rivelano più amare e di conseguenza meno piacevoli delle prime.

Le bacche di Goji sono frutti molto popolari in tutta l’Asia, esse vengono coltivate da migliaia di anni e sono considerate un’elemento imprescindibile nella medicina tradizionale cinese.

Di colore rosso-arancio, leggermente allungata, con un diametro di 1-2 cm e con diversi semi appiattiti presenti al suo interno, la bacca di Goji è consumata in larga scala, e da generazioni, dagli abitanti delle zone produttrici, con la convinzione che esse preservino la salute garantendo una vita longeva, tuttavia i soggetti ai quali se ne consigliava il consumo erano coloro i quali soffrivano di diabete, febbre, pressione alta ma anche una pseudo-cecità dovuta all’età avanzata.

Proprietà e benefici delle bacche di Goji

La medicina tradizionale cinese conferisce alle bacche di Goji, ma anche alla corteccia, alle foglie e alle radici della pianta stessa numerose proprietà curative nonché preventive. Notevoli sono i benefici che tale prodotto può apportare al nostro corpo, tra questi, la presenza di sostanze anticoagulanti e antiossidanti come minerali, polisaccaridi, vitamine e carotenoidi che aumentano la resistenza sia fisica che psichica dell’intero organismo.

Le bacche di Goji contengono:

  • Carboidrati, proteine, grassi e fibra alimentare.
  • 8 polisaccaridi LBP e 6 monosaccaridi: forniscono energia e sostengono il sistema immunitario.
  • Steroli e acidi grassi vegetali: energia e sostegno della corretta funzionalità delle membrane cellulari.
  • 5 grassi acidi, compresi acidi grassi essenziali, acido linoleico e acido alfalinoleico.
  • 11 minerali fondamentali (calcio, ferro, potassio, zinco, selenio, fosforo, manganese, rame, magnesio, cromo e germanio): efficaci antiossidanti ed utili al fine di sostenere il metabolismo energetico, nonché la funzionalità degli enzimi e dei coenzimi.
  • 18 amminoacidi (essenziali e non essenziali): energia, sintesi proteica muscolare.
  • Vitamine del gruppo B (B1, B2, B3): aiutano il metabolismo energetico e le funzioni cognitive.
  • Vitamina A, Vitamina C e altre tracce: efficaci antiossidanti, sostenitori del sistema immunitario, rinforzano unghie, capelli e pelle.
  • Carotenoidi (beta-carotene, zeaxantina, licopene, luteina e criptoxantina): efficaci antiossidanti e protettori della vista.
  • Beta-sitosterolo e altri fitosteroli.
  • Altre sostanze quali: betaina (riduce l'omocisteina e il rischio cardio-vascolare), flavonoidi (efficaci antiossidanti, forniscono sostegno alla funzionalità del sistema circolatorio), polifenoli ecc.

Oltre a fornire un'ottima azione antiossidante, prevenendo l'invecchiamento della cute, aiuta il sistema cardiocircolatorio e supporta le funzioni del sistema immunitario grazie alla presenza di quattro polisaccaridi bioattivi (non presenti in alcuna altra specie conosciuta) chiamati Lycium Barbarum Polysaccharides (LBP1, LBP2, LBP3 ed infine LBP4). Inoltre i flavonoidi svolgono un'azione contro la comparsa dei radicali liberi, contribuendo a ridurre i rischi di colesterolo alto ed iperglicemia assieme agli altri ossidanti.

Valori nutrizionali per 100 g di Bacche di Goji
Parte edibile 100%
Valore energetico 288 Kcal
Grassi totali 5,7 g
Grassi saturi 1,1 g
Proteine 10,6 g
Carboidrati 21 g
Zuccheri 17,3 g
Sodio 24 mg
Calcio 112,5 mg
Ferro 8,4 mg
Fibre crude 7,70 g
Vitamina C 29-148 mg
Beta-carotene 7,38 mg
Amminoacidi 8,48 mg
Vitamina B1 0,15 mg
Polisaccaridi 46,5 mg

Tali frutti possono apportare numerosi benefici oltre a quelli elencati precedentemente. Essi infatti aiutano a migliorare la funzionalità intestinale, affinano la concentrazione e la memoria, agiscono contro le allergie, combattono la stanchezza fisica svolgendo un'azione energizzante oltre a normalizzare il pH regolando l'equilibrio acido-basico del sangue.

Come consumare le bacche di Goji

Le bacche di Goji vengono tradizionalmente consumate crude e possono essere gustate in ogni momento della giornata in quantità pari a circa 15 g al giorno. Queste possono essere aggiunte ai cereali a colazione, utilizzate nella preparazione di tè ed infusi ma anche come ingrediente da inserire nell’impasto di pane e muffin.

I soggetti che assumono le bacche di Goji possono constatare già dopo alcuni giorni un miglioramento fisico ed una sensazione di benessere.

Controindicazioni

Data la presenza di betaina e luteina, le bacche di Goji sono sconsigliate in caso di gravidanza e allattamento.

Le bacche di Goji sono un prodotto atossico tuttavia è importante rispettare la dose consigliata per quanto concerne la loro assunzione. Se consumate in quantità eccessiva possono infatti causare senso di sazietà e mancanza di appetito, oltre a stimolare complicazioni nei soggetti affetti da disturbi intestinali come ad esempio diarrea, a causa delle proprietà lassative di cui sono dotate.