Le bacche di acai, oltre a possedere notevoli qualità antiossidanti, hanno un effetto benefico a livello cardiovascolare. Un frutto piccolo ma utilissimo per i suoi preziosi nutrienti.

Dalla foresta Amazzonica il frutto della salute

Le bacche di acai, la scrittura corretta è açaì, sono il frutto di una imponente palma arborea, che raggiunge altezze di oltre 20 metri, denominata Euterpe Oleracea. Questa palma Amazzonica popola le foreste settentrionali del Brasile e produce bacche dal colore purpureo, molto simili nell’aspetto ad acini d’uva.  I frutti, che in botanica vengono definiti drupe, sono raccolti in pannocchie che possono contare dai 700 ai 900 elementi e contengono al loro interno un unico grande seme.

Da sempre alimento fondamentale per le popolazioni del Sud America, oggi le bacche di acai vengono riscoperte in tutto il mondo per il loro elevato contenuto di elementi nutritivi importanti per il benessere e la salute.

L’Euterpe Oleracea viene quindi coltivata oggi in molte zone dell’America Latina a causa della crescente domanda internazionale.

Le bacche di acai vengono da una palma che cresce nella foresta amazzonica

I benefici di questo frutto hanno destato l’interesse di un numero sempre maggiore di persone attente all’alimentazione e suscitato l’attenzione del mondo medico, che svolge ricerche sugli effetti dell’integrazione delle bacche di acai nella dieta quotidiana.

Di contro, l’aumento della domanda ha causato lo sfruttamento di queste bacche e una comunicazione commerciale spesso fuorviante, che promette miracoli senza riscontri scientifici. Vediamo di fare un po' di chiarezza.

Bacche di acai, un nutrimento sostanzioso

È certo che le bacche di acai costituiscano da sempre un alimento importante per le popolazioni del Sud America, tanto che su questi frutti e il loro potere nutritivo sono nate anche delle leggende. Se vuoi scoprire la più famosa, leggi questo documento della FAO, Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura. Il testo è in inglese.

Il frutto di acai è gradevole al gusto e fa bene alla tua salute. La polpa può arrivare a circa 50 calorie per 100 g e dà un notevole apporto di carboidrati e vitamine; per questo ha sempre fatto parte della dieta delle comunità che abitano la foresta Amazzonica.

È ricco in:

  • calcio;
  • ferro;
  • fosforo;
  • vitamina B.

Inoltre presenta un alto contenuto di:

  • acidi grassi essenziali;
  • omega-6;
  • omega-9.

La vitamina A è presente in quantità maggiore rispetto a molti altri frutti. Contiene anche proteine, circa il 2%, e piccole quantità di vitamina C, acido aspartico e acido glutamico.

I flavonoidi gli conferiscono il colore viola scuro e forniscono un'alta dose di antiossidanti.

Il valore nutrizionale effettivo può variare leggermente a seconda della pianta da cui provengono le bacche.

Il contenuto di acqua elevato e il buon apporto di fibre hanno fatto sì che venisse indicato come cibo dimagrante.

Le bacche di acai fanno dimagrire?

Un alimento che faccia dimagrire è un sogno per molte persone, ma purtroppo, la questione sul fatto che le bacche di acai abbiano un effettivo potere dimagrante è ancora aperta.

Certamente, l’alto contenuto in acqua e fibre contribuisce ad aumentare il senso di sazietà. Quindi, pur non facendoti perdere peso, questo frutto può essere d’aiuto se segui una dieta dimagrante. Se lo inserisci in uno stile di vita salutare, fatto di attività fisica e dieta variata, esplica al massimo i suoi effetti positivi.

La presenza di Omega 3, Omega 6 e fitosteroli rende l’acai un efficace rimedio naturale per il controllo del colesterolo e per contrastare l’accumulo di grassi nel sangue.

La salute cardiovascolare e l’acai

I fitocomposti, molecole vegetali come ad esempio i fitosteroli contenuti nelle bacche di acai, sono in grado di migliorare l’elasticità dei vasi e la fluidità del sangue e quindi di ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

Le evidenze scientifiche in questo campo hanno già dato delle conferme. Inoltre lo stretto legame tra alimentazione e salute è noto da tempo e ci sono molte indicazioni mediche in favore di una dieta ricca di alimenti di origine vegetale e dell’integrazione con preziosi elementi nutritivi.

Un antiossidante naturale

L’acai è uno dei frutti più ricchi di sostanze antiossidanti grazie alla presenza dei polifenoli. Sono ricchissimi infatti di antocianine, gli antiossidanti presenti nella frutta di colore rosso e viola.

Grazie a questo prezioso contenuto, possono contribuire a contrastare i radicali liberi rallentando i processi di invecchiamento delle cellule. Le vitamine e i minerali ne potenziano l’effetto anti-age.

L’acai e la sua fama di antitumorale

Da molti anni è noto l’effetto benefico sull’organismo dell’assunzione di acidi grassi essenziali, come l’omega-6 e l’omega-9. Da quando le bacche di acai sono state messe sotto la lente di ingrandimento, sono proliferati gli studi in laboratorio anche in campo oncologico.

I risultati scientifici attuali sembrano evidenziare che può contribuire a rallentare i processi di danneggiamento cellulare e che “può essere usato come agente chemio-protettivo contro il cancro, grazie alle proprietà antinfiammatorie, antiossidanti, antiproliferative e proapoptotiche”. 

Anche se non esiste, purtroppo, un alimento che da solo contrasti il cancro o la sua insorgenza, tuttavia è bene ricordare che le raccomandazioni per la prevenzione delle malattie oncologiche prevedono l’assunzione di acidi grassi polinsaturi, nell’ambito di una dieta varia e ricca di alimenti di origine vegetale.

Dove le trovi e attenzione alle controindicazioni

Le bacche di acai in cosmesi possono essere utilizzate in maniere differenti. Sono impiegate nella produzione di creme per il viso e per il corpo. Nel primo caso, infatti, servono a ritardare i segni dell'invecchiamento attraverso un effetto anti aging, nel secondo invece, per favorire la microcircolazione sottocutanea con effetti anti cellulite.

In commercio è anche possibile trovare le bacche di acai in forma di integratori, di polvere liofilizzata, ma anche di olio e di succo. Questi prodotti sono disponibili in erboristeria, nei negozi di alimenti biologici e online.

L’olio di acai è ricco di composti fenolici, ha un alto contenuto di acidi grassi quali l’acido oleico e l’acido palmitico. Ha un colore verde scuro e un aroma delicato, che lo rende adatto in cucina come condimento

L'acai liofilizzato può essere assunto disciolto in acqua, succo, frullati o altre bevande. In questo modo, mantiene intatte tutte le sue proprietà benefiche, a differenza degli infusi che, a causa del calore, perdono gran parte degli effetti positivi delle vitamine presenti in tali frutti.

È però importante che le bacche di acai siano state raccolte e lavorate correttamente per poter apprezzare tutto ciò che hanno da offrire.

Il consumo di questi frutti e dei derivati non presenta particolari controindicazioni, tuttavia, per evitare effetti collaterali, non esagerare con la quantità: l'alto contenuto di fibre alimentari potrebbe causarti meteorismo e altri disturbi intestinali.

Durante la gravidanza e l’allattamento, è sempre bene consultare il medico prima di assumere le bacche di acai.