Storia e composizione dell'argento colloidale

L’argento colloidale ionico è un colloide prodotto generalmente attraverso elettrolisi che consiste nell’impartire una tensione elettrica a due elettrodi di argento purissimo (al 99,99%, diversamente le impurità contenute in esso produrranno sali tossici) immessi in acqua bi-distillata, completamente priva di sali minerali.

Dagli elettrodi, sia positivo (anodo) che negativo (catodo) si scindono particelle d’argento finissime (non solubili in acqua) e ioni di argento carichi positivamente (Ag+) che, a differenza dei primi, si scioglieranno in acqua dando origine ad una soluzione ionica d’argento.

L’argento è conosciuto da molto tempo per le sue proprietà antibatteriche e disinfettanti tant’è che fin dall’epoca degli antichi Greci e dei Romani i nobili solevano banchettare con stoviglie d’argento che poteva essere ingerito in piccole quantità, ma che, grazie alle notevoli qualità di questo metallo, rendeva i facoltosi del tempo scarsamente soggetti ad infezioni e malattie. É proprio dall’assimilazione di questo metallo che deriva la leggenda tale per cui il sangue dei nobili fosse di colore blu.

Proprietà e benefici dell'argento colloidale

A seconda della concentrazione delle particelle, l’argento colloidale può assumere diverse colorazioni, che vanno dal trasparente ad un colore più scuro (determinato anche dalla dimensione delle particelle). Questa sostanza è inodore, atossica ed insapore, nonostante sia di rado possibile sentire un lieve retrogusto metallico.

L’argento colloidale è un’antibiotico naturale, utilizzato come medicina alternativa fin dai primi del Novecento, per sostituire penicillina e antibiotici in quanto è uno strumento molto efficace ai fini di difendere l’organismo da virus, batteri ed infezioni. Le sue proprietà antibatteriche lo rendono un prodotto terapeutico importante in molteplici campi di applicazione. Tale prodotto è indicato contro oltre 250 microrganismi mediante un'azione battericida estremamente rapida dal momento in cui basta un'esigua misura di questo prodotto ad eliminare ogni agente patogeno presente nell'area trattata.

 

Argento Colloidale

Notevoli benefici si ottengono nella cura delle infiammazioni delle aree respiratorie attraverso il drenaggio e la disinfezione dei seni paranasali come ad esempio in caso di sinusite, ma anche come rimedio ad influenza, infiammazione polmonare, tonsillite, pertosse, rinite allergica ed asma, o ancora come rimedio per gengiviti mediante gargarismi, o come collirio in qualità di soluzione relativa ad infiammazioni oculari.

Altri vantaggi li si possono individuare nel trattamento di malattie cutanee come acne, dermatite, psoriasi, herpes, funghi ed allergie, ma anche nella cura di scottature solari, punture di insetti, zecche e ferite. L’argento colloidale è uno strumento utilizzato anche in terapie atte a sanare malattie che coinvolgono l’apparato locomotore, come nel caso di artrite, dolori articolari e reumatismi, oppure come cura per affezioni legate al sistema nervoso come nel caso di esaurimenti, meningite e sindrome di Méinère.

Per quanto riguarda le aree che coinvolgono il tratto urogenitale e digestivo, i vantaggi che l’argento colloidale apporta nella cura delle differenti patologie si riscontrano nei casi di gastrite, diarrea, salmonella, cistite, infiammazioni croniche della vescica, emorroidi, gonorrea, dolori alla prostata e leucorrea.

Altri benefici dell'argento colloidale sono indicati per intossicazione del sangue, malaria, diabete, tetano e parodontite, inoltre l'argento colloidale è fortemente utile anche in veterinaria, sia per quanto concerne la cura dei mammiferi, sia per quella di rettili ed uccelli al fine di combattere tutti i tipi di infezioni. In conclusione questo prodotto è utilizzato anche come antiparassitario contro i microbi delle piante.

Come utilizzare l'argento colloidale

Secondo alcuni ricercatori l'argento colloidale deve essere assunto per via orale possibilmente lontano dai pasti in quantità proporzionate al tipo di gravità del disturbo in questione, mentre per i bambini il dosaggio deve essere rapportato al peso. Per quanto riguarda i casi in cui un soggetto sano è intenzionato a servirsene per prevenzione è consigliata un'assunzione in quantità minima (difatti esso è frequentemente utilizzato durante il periodo invernale per aumentare le difese immunitarie dell'organismo in alternativa al vaccino antinfluenzale). In caso di malattia o patologia è sempre opportuno consultare un medico.

L'argento colloidale può essere adoperato in maniere differenti:

  • Può essere utilizzato negli sciacqui come antisettico per eliminare i batteri della placca dentale o per curare afte o altre lesioni della bocca o della lingua.
  • Per nebulizzazione, attraverso aerosol in quanto inalandolo è in grado di raggiungere gli alveoli polmonari permettendo così di andare a contrastare gli organismi patogeni capaci di infettare l'apparato respiratorio causando gravi infiammazioni.
  • Attraverso un'applicazione locale l'argento colloidale esercita un'azione antinfiammatoria diventando molto efficace in caso di ustioni e dermatiti.
  • L'argento colloidale può essere impiegato come collutorio in caso di principio di angina.
  • Infine questo prodotto è utilizzato anche attraverso cerotti ovvero strisce di garza impregnata di tale sostanza che vengono utilizzati per curare infezioni accelerando la cicatrizzazione come nel caso di abrasioni, ustioni e tagli.

In commercio, si può trovare l'argento colloidale sotto forma di spray, da assumere per prevenire i malanni di stagione, soprattutto in inverno contro influenze e raffreddori. Argento colloidale in flacone per uso contro le infiammazioni, batteri e funghi.

Argento colloidale per gli animali e piante

L'srgento colloidale, per chi non lo sapesse, può essere utilizzato per curare anche i nostri amici animali. Essendo un'antibiotico naturale universale non ha effetti collaterali su cani e gatti. Può essere impiegato come antibatterico, antiparassitario e antifungino.

Per cani e gatti si somministra per via orale tramite contagoccie, oppure si utilizza lo spray in caso di ferite, ustioni, eczemi o irritazioni. Infine, può essere impiegato per curare le piante da funghi e svariate malattie.