Gli usi e le proprietà medicinali dell’amla

L’amla (Phyllanthus emblica) è una pianta da frutto originaria dell’India. È conosciuta anche con i nomi di emblica officinalis e di uva spina indiana e i suoi frutti hanno un aspetto davvero simile a quello degli acini dell’uva. L’amla è una pianta sacra per la religione induista ed è ritenuta essere il luogo in cui risiede la divinità Vishnu.

Le bacche dell’amla hanno un sapore acidulo e sono consumate in India fresche, essiccate, in salamoia oppure cotte all’interno di altre preparazioni gastronomiche. Sono considerate inoltre un rimedio dalle proprietà medicinali e sono spesso utilizzate - insieme ai fiori, le foglie e le radici dello stesso albero - nei trattamenti ayurvedici per riequilibrare le tre funzioni energetiche vitali conosciute come Vata, Pitta e Kapha.

La polvere di uva spina indiana è per questo motivo un ingrediente frequentemente usato nelle preparazioni officinali indiane: si trova ad esempio all’interno di un integratore antiossidante noto come chyawanprash e all'interno di una nota e benefica miscela di erbe conosciuta come triphala.

L’amla vanta proprietà antibatteriche, antinfiammatorie e antivirali per l’organismo. Oltre ad essere un potente antiossidante, sembrerebbe anche in grado di ridurre i livelli di colesterolo, di glucosio e di trigliceridi nel sangue.

Oltre che nel campo alimentare questi frutti vengono impiegati anche nel settore cosmetico per la produzione di shampoo, olii e polveri per capelli. Vediamo di seguito a cosa servono e quando è meglio utilizzarli.

Le straordinarie virtù dell’amla sui capelli e sulla pelle

I frutti dell’amla sono nutrienti per l'organismo ma anche nutritivi per i capelli e per il cuoio capelluto. Si rivelano un ottimo rimedio per i capelli crespi e/o grassi e si dimostrano altresì efficaci nel combattere la forfora e la caduta dei capelli. Secondo le credenze popolari indiane l’amla avrebbe inoltre la capacità di prevenire la comparsa dei capelli grigi.

Se si desidera donare invece maggiore lucentezza e robustezza ai propri capelli la scelta migliore è l’olio di amla. Questo olio vegetale aiuta infatti a rinforzare il capello dalle radici alle punte donandogli morbidezza e profonda idratazione. Analoghi effetti si ottengono anche con gli shampoo naturali a base di amla: sono adatti per qualsiasi tipologia di capello e sono davvero utili per prevenirne la rottura.

L’amla in polvere, miscelata insieme all’acqua, può essere applicata sia sulla pelle come maschera tonica e detergente sia sui capelli come delicato ma efficace impacco volumizzante. Può essere aggiunta anche allo shampoo o al balsamo per aumentare la loro azione antiforfora.

Sulla pelle è invece utile per contrastare alcuni inestetismi come acne e pori dilatanti. È un buon ingrediente per purificare la pelle e per prevenire l’invecchiamento cellulare.