Informazioni Botaniche e Diffusione

Il genere Amaranthus comprende circa 60 specie di cui è possibile fare una suddivisione sulla base del loro utilizzo. E’ una pianta erbacea annuale che presenta foglie di diverse forme (ovali a lanceolate) ed i fiori sono riuniti in infiorescenze dette "panicoli", di colore rosso, verde o giallastro.

I semi sono molto piccoli e di colori variabili: avorio, giallo-oro, marroncini o neri. Sebbene le aree di origine siano Messico e Centro America, con il passare del tempo la pianta si è diffusa anche in altre parti del mondo tra cui Europa e Nord America.

I piccolissimi chicchi di amaranto hanno rappresentato per migliaia di anni, soprattutto per gli Aztechi, una fonte di cibo pregiata tale da essere considerata "grano degli dei", anche per l’utilizzo che se ne faceva durante i riti religiosi. Per la sua straordinaria ricchezza di proteine, minerali e vitamine può essere considerato un vero cibo salutare.

L’opera di saccheggiamento e distruzione adoperata dai conquistadores spagnoli non portò solo all’annientamento delle civiltà precolombiane ma anche al depauperamento del territorio, che non risparmiò l’amaranto.

La pianta rifece la sua comparsa negli anni Settanta, quando alcuni studi misero in evidenza le notevoli proprietà nutritive delle specie: Amaranthus cruentus L., A. hypocondriacus L., A. caudatus L. e A. edulis speg.

Nel 1979 a Roma, l’ Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO), in una conferenza riguardante il problema sociale della malnutrizione, presentò un elenco di alimenti tradizionali da recuperare per il loro alto valore proteico, tra cui l’amaranto.

Come la quinoa, l’ amaranto non è tecnicamente un grano, ma è il seme della pianta amaranto. Una pianta che può produrre fino a 60.000 semi.

Composizione e Valori Nutritivi

Le qualità nutritive dell’amaranto sono davvero eccellenti. Contiene carboidrati (62%), proteine (16%), amminoacidi (lisina, metionina, arginina, istidina, leucina e treonina), grassi ( 7%), acido linoleico, minerali (calcio,magnesio, ferro, potassio, fosforo), vitamine A, B₁, B₂, B₉ (acido folico), C, E e fibra alimentare.

Valori nutrizionali per 100 g di Amaranto
Valore energetico 374 Kcal
Grassi 6.51 g
Carboidrati 66.17 g
Proteine 14.45 g

Non solo l’amaranto possiede una moltitudine di sostanze nutritive ma le stesse si raggruppano circondando il centro del seme, dove è contenuto l’amido. Questo convoglio di sostanze dunque, durante il processo di lavorazione, sono preservate e mantenute intatte nel prodotto finito.

Proprietà e Benefici

Una delle caratteristiche della pianta, è che oltre ai semi, sono commestibili anche le foglie, che vengono preparate come gli spinaci. Considerando la versatilità di questo alimento e l'alta concentrazione di antiossidanti e fitosteroli, l’ amaranto rappresenta uno di quei cibi dall’elevate potenzialità che man mano stanno entrando a far parte della nostra dieta.

Il contenuto proteico della pianta è sicuramente uno degli aspetti più importanti, basti pensare che le proteine partecipano a diversi processi nell’organismo, tra cui la crescita e la creazione di nuove cellule e tessuti. Le foglie di amaranto contengono una vasta gamma di minerali, tra cui un'alta concentrazione di calcio. Il calcio è un minerale fondamentale per prevenire la demineralizzazione delle ossa, che causa l’osteoporosi.

Essendo l’amaranto privo di glutine, l’introduzione nella propria alimentazione non solo fa sì che non si accumuli questa sostanza lipoproteica in grado di provocare gonfiore e pesantezza anche in soggetti sani, ma la sua digeribilità insieme all’essere gluten-free è particolarmente indicato per chi soffre di celiachia.

Mangiare amaranto apporta diversi vantaggi a livello gastrointestinale, poiché il suo alto contenuto di fibre facilita l’ assorbimento di minerali e bilancia i livelli di colesterolo favorendo l’eliminazione del colesterolo LDL (quello “cattivo”), prevenendo l' insorgere malattie cardiovascolari. Inoltre la pianta è ricca di vitamina K che è un elemento importante per la salute del cuore.

Inoltre il contenuto di potassio presente contribuisce ad abbassare la pressione sanguigna dilatando i vasi sanguigni e riducendo la pressione del sistema cardiovascolare, riducendo così la probabilità di sviluppare aterosclerosi. La presenza di flavonoidi , come la rutina , è importante per rafforzare le pareti dei capillari, scongiurando la formazione delle vene varicose. Questo meccanismo preventino è supportato dall’ alta concentrazione di di vitamina C, che è parte integrante della produzione di collagene, che interviene nella riparazione e nel rinforzo dei vasi sanguigni.

Gli importanti livelli di carotenoidi e vitamina A, che si trovano nelle foglie di amaranto , rappresentano delle sostanze benefiche per la salute degli occhi, in quanto possono prevenire la degenerazione maculare e rallentare lo sviluppo della cataratta.

Spesso in termini di minerali essenziali tralasciamo l’importanza del folato, che è particolarmente importante per le donne in gravidanza. La carenza di folati può portare a difetti del tubo neurale nei neonati.

Controindicazioni

L’amaranto è una pianta dalle straordinarie qualità ma presenta anch’essa qualche svantaggio. La pianta è in grado di assorbire dal terreno sostanze come azoto e nitrati, risultando per tali motivi lievemente tossica e contiene quantità notevoli di ossalati e neurotossine. Per tali ragioni l’assunzione è sconsigliata a chi soffre di calcoli renali o biliari. Non si escludono anche fenomeni allergici anche se, si sono verificati raramente.

Prodotti a Base di Amaranto

L’ amaranto ha un sapore singolare che ricorda vagamente la nocciola ed in commercio sono reperibili barrette, snack, muesli, pasta e semi. I semi sono particolarmente gustosi in aggiunta a minestre e passati di verdura. L’amaranto viene anche utilizzato in ambito cosmetico, per la formulazione di creme ed oli. Proprio quest’ ultimo, contenuto nei semi, è ricco di vitamina E e squalene, sostanze importanti per la cura di pelle e capelli. On line sono reperibili oli e creme a base di amaranto.