Informazioni generiche

Le alghe rappresentano le prime forme viventi sulla Terra e la loro nascita risale addirittura a 3 miliardi di anni fa.

Questi organismi contengono in maniera concentrata le sostanze nutritive necessarie all’organismo umano, ed è proprio per questo motivo che vengono largamente consumate.

In natura sono presenti circa 20.000 specie di alghe, classificate in base alla pigmentazione:

  • Alghe verdi
  • Alghe brune
  • Alghe rosse
  • Alghe azzurre

L’alga nori è un alga rossa ed appartiene al genere Porphyra (Bangiophyceae) e rappresenta un ottimo nutrimento, di lei si parla sin dall’VIII secolo ma solo oggi ne apprezziamo il suo utilizzo, soprattutto a scopo alimentare. La nori è un alimento base della dieta nipponica ed è utilizzata per la preparazione del sushi o semplicemente consumata come snack per la sua friabilità.

Coltivata in Giappone e nella Repubblica della Corea sin dal diciassettesimo secolo, le alghe nori vengono prodotte attraverso un sistema avanzato di idrocoltura sviluppatosi con gli anni grazie ad una serie di scoperte avvenute dal 1949 al 1954. La coltivazione si basa essenzialmente su due processi: coltivazione della Conchocelis e produzione di conchospore. In seguito alla raccolta delle spore, queste vengono impiantate sulle reti, installate a loro volta sul terreno. Dopo circa 45 giorni il prodotto verrà rastrellato e sarà pronto per essere lavorato ed infine trasformato in grandi fogli. L’importanza economica ed i benefici dell’alga hanno portato ad una estesa coltivazione ben oltre i territoi d’origine.

Composizione e valori nutrizionali

Le alghe nori rappresentano un’importante fonte di sostanze nutrienti poiché contengono quantità significative di sali minerali, vitamine, proteine, amminoacidi, acidi grassi ed oligoelementi essenziali. La vitamina C presente nell’alga è addirittura superiore a quella che si trova nelle arance mentre la vitamina A è paragonabile a quella che si trova nelle carote. E’ doveroso ricordare che essendo la vitamina C per natura termolabile ed essendo l'alga sottoposta ad essicazione, il contenuto di vitamina C si riduce notevolmente.

Valori nutrizionali per 100 g di Alga Nori per peso fresco
Parte edibile 100%
Valore energetico 279 Kcal
Grassi 1.4 g
Carboidrati 58 g
Proteine 24.2 g
Fibre 25.2 g
Ceneri 16.1 g
Tiamina 0.37 mg
Riboflavina 1.79 mg
Niacina 6.7 mg
Vitamina C 11.6 mg
Vitamina A 263 mg
Calcio 230 mg
Potassio 3140 mg
Ferro 10.5 mg
Magnesio 623 mg
Zinco 1.7 mg
Rame 1.7 mg
Manganese 1.6 mg
Fosforo 474 mg
Sodio 3300 mg

Proprietà e benefici

Alle alghe Nori vengono associate diverse proprietà benefiche. Studi scientifici sulle frazioni lipidiche di Porphira hanno rivelato la presenza di acidi grassi polinsaturi, sostanze essenziali per l’organismo. Gli acidi grassi presenti sono importanti perchè possiedono proprietà: antiaggreganti, antitrombosi e stimolanti della produzione di ormoni. Le fibre e l’amminoacido taurina regolarizzano l’attività epatica prevenendo la formazione di calcoli ed inoltre tendono a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. 

Cucina a base di alga Nori

L'alga Nori, insieme all'alga Kombu e alla Wakame, costituisce uno degli ingriedenti più importantei per la creazione di moltissime specialità culinarie tipiche della tradizione giapponese, una su tutti il sushi. La nori viene chiamata “lattuga di mare” e viene impiegata anche per la preparazione di zuppe, aperitivi o utilizzata come decorazione. 

Controindicazioni

Appartenente alla famiglia delle alghe l’assunzione di alga Nori è sconsigliata durante la gravidanza e l’allattamento . L’ uso eccessivo può determinare effetti collaterali, soprattutto nei soggetti che soffrono di tiroide.