Valori nutrizionali, proprietà e benefici

L’aceto di miele, sotto il profilo di caloriecarboidrati, grassi e proteine, non si discosta molto dai valori dagli aceti tradizionali. Ciò che lo differenzia invece dall’aceto di vino e da quello di mele è il suo gusto leggero: esso è infatti profumato ma meno acido e pungente e viene per questo apprezzato anche da chi non ama troppo il sapore classico dell’aceto. La ricetta di questo ingrediente pare abbia inoltre un'origine molto più antica rispetto alle altre e sembra fosse addirittura conosciuta dagli Egizi.

Le caratteristiche peculiari di questo aceto sono la sua alta digeribilità, i suoi poteri curativi e gli effetti benefici che dimostra sui capelli. L’aceto di miele sembra essere ad esempio utile per chi soffre di artrite: sia l’aceto che il miele sono infatti notoriamente due ingredienti antinfiammatori.

L’utilizzo di questo prodotto aiuta a ridurre non soltanto i dolori articolari ma anche il sanguinamento gengivale e gli abbassamenti di voce. Altri positivi risultati che si sono riscontrati dal suo consumo sono l’abbassamento della glicemia, del colesterolo e della pressione sanguigna.

Preparazione e come si usa

L’aceto di miele è ricavato tramite processi di fermentazione e successiva ossidazione della materia prima. Per creare l’aceto di miele fatto in casa occorre sciogliere un chilo di miele in tre litri di acqua e lasciare riposare la soluzione così ottenuta per circa un mese. Per attivare la fermentazione è necessario che la miscela sia riposta in un ambiente la cui temperatura sia tra i 20 e i 30 gradi e che il recipiente, chiuso con una garza, consenta il passaggio dall’aria al suo interno.

Ma a cosa serve l’aceto di miele? Questo ingrediente può essere utilizzato sia in cucina che in ambito cosmetico. Nel primo caso risulta essere un ottimo condimento di insalate e verdure mentre nel secondo è indicato soprattutto per la cura e la bellezza dei capelli.

Il particolare gusto agrodolce e delicato di questo aceto lo rende adatto anche per la preparazione di marinature e salse di accompagnamento. Si utilizza come una qualsiasi altra tipologia di aceto e può quindi essere versato direttamente sulle pietanze oppure, se miscelato con l’acqua, essere sorseggiato come bevanda. Si accosta bene anche ai piatti a base di riso, formaggi e frutta.

Per allungare i capelli e per dimagrire

Oltre ad usarlo come condimento, questo aceto può essere impiegato anche per la cura del corpo. Tra i pregi che gli vengono assegnati vi è in primis la capacità di far crescere i capelli. Ma come si usa?

Basta aggiungere mezzo cucchiaio di aceto di miele (o un cucchiaio di miele semplice) insieme a mezzo cucchiaio di aceto di mele in un bicchiere d’acqua - precedentemente intiepidita - e bere questa miscela per un periodo di tre mesi. Secondo il parere di molti la combinazione di questi ingredienti favorirebbe la crescita del capello.

È possibile fortificare i capelli anche applicando l’aceto di miele, durante il lavaggio, direttamente sulla cute. Oltre a rendere i capelli più forti e lucenti e a rimuovere l’eventuale presenza di forfora, non rilascia, a differenza di altri aceti, il tipico odore forte e sgradevole.

Un'altra proprietà spesso attribuita a questo aceto è la capacità di favore la perdita di peso. In realtà, più che di azione dimagrante vera e propria, sarebbe meglio parlare di azione disintossicante e digestiva. L’aceto di miele facilita i processi metabolici e di assimilazione degli alimenti a aiuta a depurare il fegato, l’intestino e le vie urinarie. Contribuisce anche a contrastare i gonfiori addominali e a sgonfiare quindi la pancia.

Prezzi e dove comprarlo

Il prezzo dell’aceto di miele è più elevato rispetto a quello degli aceti tradizionali in quanto richiede fasi di lavorazione più lunghe e complesse. Questo prodotto non è facile da reperire nei comuni supermercati ma si trova facilmente in vendita online e presso le aziende di apicoltura.

Se si desidera acquistare un prodotto sicuro e di qualità è consigliabile indirizzare la scelta verso un aceto di miele biologico: si tratterà infatti di un condimento ottenuto a crudo, privo di additivi e realizzato con ingredienti genuini e controllati.