Informazioni generali

Il Codex Alimentarius, ovvero l'insieme di normative il cui scopo è tutelare la salute dei consumatori, definisce l’aceto come: liquido commestibile per uso umano, prodotto da materiale di origine agricola contenente amido e/o zuccheri, ottenuto per processo di doppia fermentazione, alcolica e acetica, e contenente una data quantità di acido acetico.

L'aceto si ottiene da batteri gram-negativi appartenenti al genere Acetobacter; microrganismi che, in presenza di aria e acqua, ossidano l’etanolo in acido acetico. La produzione di questo condimento avviene grazie all'aggiunta iniziale della cosiddetta “madre dell’aceto“ (Mycoderma aceti), una sostanza gelatinosa nella quale sono annidati i batteri che, come accennato, convertono l’alcol in acido acetico.

Successivamente il liquido viene filtrato allo scopo di rimuovere il Mycoderma aceti che si trova in sospensione. Vi sono diversi tipi di aceto ed uno di quelli più diffusi per caratteristiche organolettiche ed effetti salutari è l'Aceto di Mele, ottenuto dalla fermentazione del succo di mele schiacciate e spremute.

Aceto di Mele: conservante naturale e bevanda

Dallo studio dei reperti archeologici e dei testi antichi si è potuto risalire ai primi utilizzi dell'aceto, parliamo di più di 10.000 anni fa quando già veniva adoperato per conservare i cibi. Egizi, Babilonesi e Persiani riuscivano a trasportare gli alimenti per lunghi tragitti, solo grazie alle proprietá conservatrici dell'aceto.

Nell'antica Grecia era molto diffusa una bevanda, nota come oxycrat, a base di acqua, aceto e miele.

I Romani erano soliti dissetarsi invece con un miscuglio di acqua e aceto, la posca. Sulle tavole imbandite di cibo, nell'antica Roma, erano presenti piccole ciotole piene di aceto in cui i commensali erano soliti intingere pezzi di pane per rifarsi la bocca tra un pasto ed un altro.

Proprietà e benefici

Per secoli, l'aceto è stato utilizzato per vari usi domestici e rappresenta un prodotto benefico. Ippocrate lo prescriveva come cura in caso di ferite, piaghe e malanni dell’apparato respiratorio. I suoi campi di applicazione sono molto più estesi, vediamoli insieme.

Una delle azioni benefiche dell'aceto è quella di ostacolare alcuni passaggi della digestione dell'amido, riducendone l'ingresso nel sangue e moderando la glicemia. I polifenoli contenuti nel condimento inibiscono l'ossidazione del colesterolo "cattivo" (LDL), prevenendo la comparsa di patologie cardiovascolari.

L'Aceto di Mele ha ricevuto grandi consensi, arrivando sulle tavole di molti, per le sue capacità dimagranti derivate dalla sensazione di sazietà che conferisce. Questo liquido aspro, dalle proprietà antibatteriche, viene utilizzato per curare infezioni e mal di gola.

Assumendo ogni giorno un cucchiaio di aceto di mele diluito in un bicchiere d'acqua è possibile alleviare la fastidiosa sensazione provocata dal reflusso acido.

Sarà capitato anche a voi di esservi scottati per un'eccessiva esposizione al sole. Non temete, ci pensa l'aceto. Le proprietà astrigenti e antisettiche, aiutano a prevenire le infezioni e le scottature. Bagnando una garza in una soluzione di acqua e aceto ed applicandola direttamente sulla zona irritata, otterrete un'instantanea sensazione di sollievo.

L'aceto di mele contiene potassio ed enzimi, restituisce vigore e combatte la stanchezza. Inoltre, la presenza di aminoacidi può aiutare a prevenire l'accumulo di acido lattico nel corpo, impedendo ulteriore affaticamento.

Applicazioni domestiche

L'aceto è uno dei migliori prodotti naturali per la pulizia, e questo è dovuto alle sue proprietà antimicrobiche. Una volta aggiunto al cibo, gli acidi organici dell'aceto (in particolare l'acido acetico) passano nelle membrane cellulari ed uccidono i batteri. Alcuni ricerche scientifiche hanno dimostrato come l'acido acetico possa essere letale per l' E. coli , mentre altre ricerche hanno dimostrato che sostanze come l'acido acetico, succo di limone, o una combinazione di succo di limone e aceto è utile per contrastare la salmonella. Immergendo frutta e verdura in una soluzione di acqua (90%) ed aceto (10%) è possibile rimuovere la presenza di microrganismi e pesticidi.

Usi esterni

Per combattere la forfora:

  • Spruzzare sul cuoio capelluto una soluzione di acqua e aceto
  • Avvolgere una asciugamano in testa e lasciar riposare per un'ora
  • Risciaquare
  • Ripetere l'operazione almeno 2 volte a settimana per ottenere dei risultati

Tonico per il viso 

Intingendo un batuffolo di cotone nell'Aceto di Mele possiamo utilizzarlo per detergere la pelle del viso  

Cattura odori

L'aceto di mele aiuta a uccidere i batteri che causano cattivi odori, può essere qundi usato in piccole dosi per piedi ed ascelle.

Salute orale

I gargarismi con un asoluzione di aceto ed acqua può aiutare ad eliminare l'alito cattivo e sbiancare i denti.

Cura Animali

L'azione antisettica e l'odore pungente allontanano pulci e zecche 

Cucinare con l'Aceto

Ci sono molti modi creativi per utilizzare l'aceto di mele in cucina. Si può impiegare per creare marinate, salse, zuppe e frullati. L'utilizzo più comune, naturalmente, è come condimento per l'insalata. L'aceto è buono anche sul pesce ed è ottimo sulle verdure cotte o grigliate.