Caratteristiche e proprietà dell’acerola

L’acerola è un pianta nativa del continente americano i cui frutti sono ricchissimi di vitamine e bioflavonidi. La polpa e il succo di queste “ciliegie delle Barbados” sono utilizzati sia in campo erboristico che in ambito alimentare per la produzione di succhi, barrette, snack, tisane e integratori naturali di vitamina C, A ed E.

I piccoli frutti di questa pianta si rivelano dotati di straordinarie proprietà per l’organismo. Pur non trattandosi di agrumi essi contengono comunque una quota elevatissima di vitamina C. Racchiudono inoltre vitamine del gruppo B, ferro, fosforo, calcio, potassio e magnesio.

L’acerola manifesta proprietà antinfiammatorie, astringenti, antivirali e antistaminiche. Protegge il corpo dai disturbi stagionali aiutandolo a ritrovare la giusta carica energetica.

Quando e perché assumere l’acerola

L’acerola è un ottimo integratore naturale di vitamina C e quindi una straordinaria fonte di sostanze antiossidanti. Il suo utilizzo si rivela davvero utile per contrastare raffreddore, tosse e stati influenzali; previene inoltre le infezione alle vie respiratorie ed agisce come antidiarroico naturale.

I frutti dell’acerola svolgono un’azione energizzante e tonica sull’organismo e sono quindi ideali per chi pratica sport, per chi studia ma anche per chi versa in condizioni di stress, astenia e affaticamento fisico. Il loro utilizzo è indicato anche per i bambini e si rivela utile per affrontare i periodi di convalescenza e di generale debolezza.

L’acerola rinforza le difese immunitarie e contribuisce a contrastare l’azione dannosa dei radicali liberi. I benefici che si ottengono dal suo uso interessano quindi anche la salute della pelle, della retina, delle cellule e dei vasi sanguigni: gli integratori all’acerola favoriscono i processi di cicatrizzazione della cute, rinforzano i capillari e stimolano la sintesi del collagene.

Grazie al loro impiego si possono riscontrare miglioramenti anche in caso di gengive sanguinanti, ipertensione e pelle secca. L’azione antiossidante esercitata da questi frutti riduce tra l’altro il rischio di incorrere in patologie cardiovascolari e migliora la fluidità del sangue. Dal momento che sono in grado di stimolare l’assorbimento del ferro questi integratori sono infine consigliati anche per chi soffre di anemia e per chi segue diete ricche di vegetali.

Dosi, controindicazioni e dove acquistarla

L’utilizzo di integratori a base di acerola è generalmente sconsigliato per chi soffre di disturbi renali e di acidità di stomaco. Questi vitaminici naturali si trovano in vendita online, in farmacia e in erboristeria ad un prezzo che varia a seconda del prodotto. Possono essere assunti in compresse, in succhi oppure in povere.

Per quanto riguarda l’assunzione in polvere la dose suggerita per gli adulti è di mezzo cucchiaio da sciogliere in acqua. Il dosaggio può essere commisurato anche in base alla fisicità del soggetto calcolando circa 5-7 mg ogni chilo di peso corporeo. Se si opta invece per la versione in capsule occorre assumere una pastiglia giornaliera preferibilmente lontano dai pasti.

L’acerola non produce effetti collaterali ed è per questo indicata anche per gli anziani e per le donne in gravidanza e allattamento.