Attività Antimicrobica

Gli oli essenziali hanno effetti molteplici; lo stesso olio che agisce sulle infezioni delle vie respiratorie può avere anche effetto antinfiammatorio e mucolitico. Un olio essenziale attivo nelle infezioni intestinali non altererà né le secrezioni enteriche né la flora batterica intestinale. Gli oli essenziali supportano il sistema immunitario e a tutti gli effetti possono essere considerati pro ed eubiotici. Inoltre utilizzando gli oli essenziali si evita quello che accade sovente con gli antibiotici e cioè l'effetto resistenza.

L'ideale dunque sarebbe creare una sinergia fra allopatia e fitoterapia. Gli allarmi che ci giungono dalle ricerche clinico-mediche e dall'OMS sull'abuso degli antibiotici con il risultato di aver selezionato popolazioni di microbi sempre più resistenti ci indurrebbe a fare un uso di strumenti come gli oli essenziali almeno per le patologie infettive più lievi, lasciando il farmaco di sintesi per patologie più gravi.[...]

Ad esempio: l'olio essenziale di Melaleuca alternifolia ha un'attività antibatterica ad ampio spettro su ben 66 ceppi di Sta­phylococcus aureus, resistenti alla meticillina. In generale gli oli essenziali più efficaci si dimostrano quelli a fenoli, alcoli e aldeidi come: Eugenia caryophyllata (chiodi di garofano), Sahireja montana (santoreggia), Origanum hirtum (origa­no), Origanum majorana (maggiorana), Cinnamomum zeylanicum (cannella).

Attività Mucolitica-Esettorante

Molti oli essenziali, in particolare quelli a citrale, gerianolo, e chetoni hanno proprietà espettoranti, aumentano la quantità di muco, la fluidità e ne diminuiscono gli effetti pericolosi (Eucalyptus globulus, Pinus sylvestris, Pitto mugo, Pimpinellaanisum, Cymbopogon spp., Myrtus communis, Thymus vulgaris...).

Attività Spasmolitica-Animeteorica

Da secoli si sono utilizzate piante a oli essenziali con attività digestiva, carminativa, favorente l'eliminazione e la prevenzione della formazione dei gas intestinali. Sono molto utilizzati anche nella sindrome del colon irritabile. Questa attività si esplica in particolare sulla muscolatura liscia con un meccanismo di tipo calcio antagonista in particolare Mentha piperita, Salvia officinalis, Rosmarinus officinalis, Melissa officinalis, Eugenia caryophyllata. È da notare che tale attività si manifesta anche a livello della muscolatura cardiaca e tracheale.

 

Oli essenziali

Attività Diuretica

Molti oli essenziali hanno un'azione diuretica, sia diretta per stimolo dell'epitelio renale, che indiretta agendo sul miglioramento dei processi digestivi. I più efficaci sono Juniperus communis, Foeniculum vulgare var. dulcis, Achilli millefolium, Eucalyptus spp., Pimpinella anisum, Santalum album...

Alcuni oli essenziali, sono validi alleati per la nostra circolazione come l'achillea, che possiede un'azione astringente, purificante e curativa, o l'essenza di arancio amaro, con proprietà antinfiammatorie e disintossicanti.

Ricetta per l'Acqua di Geranio

5/6 goccie di olio essenziale di geranio bourbon e acqua. Ottimo tonico rivitalizzante e stimolante per la microcircolazione.

Attività sul Sistema Nervoso

È ormai accertato che molti componenti degli oli essenziali possono passare la barriera emato-encefalica; ciò presuppone una attività di tipo centrale, attraverso la modulazione di neurotrasmettitori. È stata dimostrata una attività di tipo serotonico con effetti sulla depressione, sul dolore e sui recettori GABA. Anche per gli oli essenziali, come per molti tipi di droghe, si può avere un effetto rilassante a bassi dosaggi o eccitante a dosi elevate. In particolare è stata rilevata un' attività sedativa-calmante sul SNC da parte di: Melissa officinalis. Citrus aurantìum var. amara fiori, Valeriana officinalis, Lavandula officinalis, Ylang-Ylang.

Attività antidepressiva, per patologie anche di media entità: Lavandula offi­cinalis, Boswellia carterii (incenso), Cinnamomum zeylanicum, Origano majorana, Satureja ortensis, Thymus vulgaris.

Molti di questi oli essenziali hanno anche un effetto tonico generale su tutto l'organismo, lavorando su quello che si definisce il terreno di un individuo. Anche in pazienti gravi, afflitti da demenza e psicosi, l'utilizzo degli oli essen­ziali ha dato rilevanti risultati in associazione con farmaci classici, diminuen­do l'agitazione, migliorando l'attenzione e in generale la qualità della vita.

Contro ansia e stress

Un ottimo rimedio nei momenti di ansia, paura o anche stress, è versare qualche goccia di olio di lavanda e/o di neroli, su un fazzoletto di carta. L'olio essenziale di lavanda ha proprietà calmanti e rilassanti, mentre l'olio essenziale di neroli rinfrescanti e aromatiche.

Attività Analgesica

Studi fatti nel 1991 e nel 2005 hanno evidenziato un' attività antidolorifica de­gli oli essenziali [...], effetti come l' analgesia nel muscolo temporale in caso di emicrania (ad esempio menta e eucalipto), diminuendo anche la compo­nente emotiva.
Altri oli essenziali facilitano un aumento della temperatura superficiale con effetto rubefacente, liberazione di mediatori come la bradichinina, aumentan­do i livelli di O2 tissutale e diminuendo l'aggregazione piastrinica (ad esempio gaulteria, menta piperita, lemongrass). Anche se gli effetti principali causati dagli oli essenziali sono da imputare a un componente specifico (ad esempio mircene, gerianolo, mentolo...), è indiscussa l' azione sinergica delle varie molecole (fitocomplesso) sia per gli effetti curativi sia per l'abbassamento degli eventuali effetti tossici.

Attività sulla Cute

Per quanto riguarda l'effetto degli oli essenziali strutturalmente collegati alla cute e non tanto al loro effetto sistemico, è stata provata un'azione: antimicro­bica (batteri, miceti, virus), citofilattica, attraverso un processo che favorisce la formazione del tessuto di granulazione (ad esempio lavanda, elicriso, achillea, camomilla, mirra, geranio...), anestetica, calmante, iperemica, antipruri­ginosa, antinfiammatoria, antispasmodica.
I metodi per l'assorbimento percutaneo, sia con olio essenziale puro che con carriers che possono essere, oli, lozioni, acqua, argilla, sono vari e suscettibili a volte di verifica.

L' impacco è uno dei metodi popolari più usato nel tempo, e si presta all'uso su lesioni, piaghe da decubito, contusioni o aree specifiche colpite da dolore. I gargarismi o collutori favoriscono la penetrazione per via mucosale, sia per avere effetti antisettici che cicatrizzanti e antidolorifici.

[...] L' eliminazione degli oli essenziali assorbiti per via cutanea avviene attraverso la via intestinale, respiratoria, la via urinaria e attraverso la cute stessa.

 

Oli essenziale: usi e caratteristiche

Oli essenziali per la stagione estiva

In vista della bella stagione e soprattutto dell'estate, gli oli essenziali sono validi alleati per la cura del nostro corpo. Ad esempio: per curare eritemi solari si possono utilizzare oli essenziali di camomilla (antinfiammatorio e leggermente astringente), rosa (ristabilisce il PH naturale della pelle), menta piperita (rinfrescante e antisettico) e palmarosa (antibatterico e antimicotico). Ma non solo. Contro l'ipersudorazione, provocata dalle temperature bollenti, si possono utilizzare oli essenziali di cipresso, limone, salvia e vetiver.

Ricetta per la Spray Dopo-Sole

Versare in un contenitore spray 250 ml di succo di aloe vera, 40 gocce di olio essenziale di lavanda, 20 gocce di olio essenziale di calendula, 20 gocce di olio essenziale di carota e 5 gocce di olio essenziale di menta piperita oppure rosmarino. Agitare bene prima dell'uso. Da conservare in frigo e da consumare entro 6 mesi.

Oli essenziali contro la cellulite 

La famosa "prova costume" in estate, è il dramma di ogni donna per via della famosa cellulite, dando vita a stress fisico e mentale. Le prime regole fondamentali sono un'alimentazione sana ed attività fisica frequente. Oltre a queste due regole fondamentali, ci possiamo valere di molti rimedi e ricette fai-da-te, semplici e facili da realizzare, sempre a base di oli essenziali ed elementi naturali. Essi non potranno far scomparire completamente gli inestetismi della cellulite, ma con tanta costanza si potranno ridurre con risultati ben visibili.

Ricetta per un Bagno Disintossicante e Coadiuvante nei trattamenti anticellulite

Emulsionare 6 gocce di olio essenziale di rosmarino a 1 abbondante cucchiai di miele, insieme a 6 gocce di olio essenziale di limone e 4 di arancio amaro. Sciogliere nell'acqua del bagno prima di immergersi. Un splendido rituale di bellezza anticellulite e rilassante, ottimo dopo l'attività sportiva o anche lavorativa.

 

 

 

 

Tratto da "Il Potere Curativo degli Oli Essenziali", Rudolphe Balz. Il Punto d'Incontro Edizioni.

Ricette tratte da "Cosmesi Naturale", Cristiana Monti. Xenia Tascabili.