1 REGALO per te a scelta su 6... Clicca qui e scegli il tuo!
  • su 3 recensioni
  • Formato/Confezione: 1 kg
  •  
  • Desideri una quantità superiore?

    Numero Verde:

      800 974 070

    Un nostro operatore sarà felice di poterti aiutare!

  •  
  • Approfondimenti:
    Il riso superfino carnaroli di Ecor è un prodotto di origine italiana, coltivato attraverso le metodologie... continua a leggere

Certificazioni e Caratteristiche:

  • Prezzo: 4,96
  • Articolo non soggetto a sconti
  • Articolo non disponibile.
  • Vuoi essere avvisato appena torna disponibile?
  •   Avvisami Richiesto da 1 cliente
  •   Spedizione: Gratuita se superi i 39€
  •   Consegna: 24/48h, isole comprese
  •   Contrassegno: Gratuito
  •   Numero Verde: 800 97 40 70
  •   Paga in tutta sicurezza con: carte

Ultime Recensioni:

  • Voto:
  • Scritto da: Alessandra
  • Ottimo questo riso bianco carnaroli, un buon riso mi e' piaciuto molto per i miei risotti con le verdure e' perfetto, si cuoce benissimo. lo consiglio
  • Voto:
  • Scritto da: Erica
  • Lo uso spesso per fare il risotto e sono soddisfatta del prodotto, tiene la cottura e assorbe bene qualsiasi condimento

leggi tutte le recensioni

Il riso superfino carnaroli di Ecor è un prodotto di origine italiana, coltivato attraverso le metodologie dell'agricoltura biologica. Si caratterizza per chicchi lunghi e molto grossi grossi e per una buona tenuta in cottura.

Il riso superfino carnaroli Ecor è ideale soprattutto per la preparazione di:

  • risotti
  • insalate
  • timballi
  • paella
  • piatti unici

Ecco un'ottima ricetta da provare con questo prodotto.

Risotto allo zafferano:

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 g di riso carnaroli Ecor
  • 900 ml di brodo vegetale
  • 50 ml di vino bianco secco
  • 15 g di cipolla o zenzero
  • 1 g di zafferano
  • 80 g di olio extravergine di oliva
  • 50 g di parmigiano o preparato vegetale a base di soia
  • sale, pepe o peperoncino q.b.
  • burro q.b.

Preparazione:

In una padella stufare per 10 minuti a fuoco dolce la cipolla tritata in olio extravergine di oliva e un filo d'acqua. In una casseruola larga e bassa, tostare a fuoco lento il riso per 3 minuti e poi bagnare con il vino bianco. Lasciare evaporare e coprire con il brodo vegetale bollente. Mescolare in continuazione e versare il brodo di tanto in tanto all'occorrenza. A 3/4 della cottura unire la cipolla soffritta e lo zafferano. Portare a fine cottura (14 minuti) e insaporire con dado vegetale in polvere e sale. Togliere dal fuoco, mantecare con burro e parmigiano grattugiato. Servire caldo. A piacere lucidare con un filo di olio extravergine di oliva e decorare.

Consigli utili: il riso deve essere cucinato a pentola scoperta in abbondante acqua, scolato e subito consumato. Si raccomanda di non lasciare il riso cotto nell'acqua e di osservare sempre i tempi di cottura evidenziati in ogni confezione. Se utilizzato per insalate o spadellato tipo paella è consigliabile, una volta bollito, fermare la cottura sotto l'acqua corrente fredda per un minuto.

Cottura: 18 minuti.

Valori medi per 100 g
Valore energetico 354 kcal / 1504 kJ
Proteine 6.7 g
Carboidrati 80.4 g
di cui zuccheri 0.2 g
Grassi 0.4 g
di cui saturi 0.1 g
Fibre alimentari 1.0 g
Sale 0.01 g

Approfondimenti

Le origini:

Il riso è un cereale la cui conoscenza risale a circa 5000 anni fa, tanto che si ritiene sia ancora più antica di quella del frumento. Resti di riso in ciotole, risalenti a circa 7000 anni fa, sono stati riportati alla luce nel nord della Thailandia. Con ogni probabilità il riso ha origini nell'attuale Indonesia, da dove si sarebbe poi diffuso in India, Indocina e Cina. Nel quarto secolo a.C. la coltura del riso era molto sviluppata in Mesopotamia e grazie agli Arabi, la sua coltivazione si sviluppò in Africa settentrionale, Spagna ed Italia meridionale.

La pianta:

La pianta del riso è una graminacea come il frumento, l'avena, l'orzo, la segale ed il mais; il chicco è costituito prevalentemente da amido, sostanza molto nutriente e di facile assimilazione.

La specie più coltivata è l'Oryza sativa che col passare dei secolo si è differenziata in tre sottospecie: Indica, Nipponica e Javanica.

  • Indica: coltivata in India si caratterizza per l'alta produttività e la resistenza alle avversità atmosferiche. Presenta un chicco lungo, sottile e cristallino, viene coltivata nell'Asia monsonica e negli stati Uniti d'America. I risi di varietà Indica più comuni sono il Patna ed il Basmati.
  • Japonica: è adatta alle zone temperate che si estendono fino al 45° parallelo. Presenta un chicco corto, rotondo e perlaceo. Da questa sottospecie, attraverso l'ibridazione, derivano tutte le varietà occidentali tra cui quelle italiane. I risi di varietà Japonica più coltivati sono il Carnaroli, Arborio, Baldo, Balilla, Ribe, Vialone Nano, Roma.
  • Javanica: diffusa nelle regioni indonesiane, è caratterizzata da un chicco lungo e largo.

Scrivi la tua recensione su Riso Bianco Carnaroli

Per scrivere una recensione effettua il Login o registrati se non sei ancora registrato.

Sorgente Natura Srl - Via del Lavoro 2 - 47814 Bellaria (RN) - Registro Imprese di Rimini 03761100407 - R.E.A. Rimini 307403 - Capitale Sociale 10.000 € i.v. - P.Iva e CF 03761100407
torna su